La nutrizione artificiale nei reparti medici

907

La malnutrizione è una condizione frequente nel paziente ospedalizzato, si stima che il 20-40% dei degenti sia malnutrito già al momento dell’ingresso in ospedale e si ritiene che fino al 70% dei pazienti peggiori il proprio stato nutrizionale durante il periodo di ricovero. La malnutrizione é una situazione che determina attraverso deficit di energia, proteine e altri nutrienti,  effetti indesiderati sulla composizione corporea e sulla funzionalità di organi e tessuti con implicazioni rilevanti e aggravamento della morbilità e mortalità del paziente ospedalizzato. In presenza di uno stato di malnutrizione si determinano alterazioni della funzionalità di numerosi organi e apparati, che comportano l’atrofia muscolare, la predisposizione ad infezioni, lesioni da pressione, ritardo nella guarigione da patologie mediche ed interventi chirurgici. Lo stato nutrizionale rappresenta, insieme alla capacità funzionale ed al carico di comorbilità, la condizione di maggiore importanza nel determinare la vulnerabilità e la risposta dell’organismo ad insulti ed è quindi in grado di influenzare significativamente l’outcome.

Se da un lato l’attenzione agli aspetti nutrizionali nel paziente ricoverato è aumentata negli anni, grazie a campagne di sensibilizzazione ed a strumenti di rilevazione dello stato nutrizionale, dall’altro l’attenzione alle esigenze nutrizionali non è probabilmente altrettanto adeguata e spesso gli aspetti correttivi e integrativi vengono trascurati. Le occasioni di discussione sono poche ed i convegni scientifici, non specificatamente di settore, frequentemente trascurano la problematica della malnutrizione e della sua correzione.

Per tutti questi motivi riteniamo che un convegno scientifico dove si tratta e ci si confronta sul tema della malnutrizione sia quanto mai importante e rappresenti un appuntamento importante nell’offerta formativa promossa da FADOI Toscana.