Andrea Fontanella intervistato da Annalisa Manduca per Life, su RAI Radio 1, pone l’accento sull’importanza della centralità della persona nel lavoro dell’internista.

“Dobbiamo applicare gli insegnamenti dei nostri padri, come Ippocrate: non è importante capire che tipo di malattia ha la persona quanto il tipo di persona che ha la malattia. Considerare separate cose che sono interconnesse, ci espone a grandi rischi.”

Il nostro presidente chiude così l’intervista, e i ricongiunge i temi della contemporaneità (come l’importanza del digitale nelle cure) con le esigenze ultime del paziente in questo modo.