Ivan Oppedisano, Andrea Assolari
Struttura ospedaliera: Medicina Interna, Ospedale Papa Giovanni XXIII – Bergamo.
Direttore: dott. Antonio Luca Brucato
ivan.oppedisano@yahoo.it

 

Anamnesi
Paziente maschio di 65 anni trasferito da un altro ospedale con diagnosi di “cirrosi epatica criptogenica scompensata” al fine di essere valutato per eventuale inserimento in lista per trapianto epatico. Nega storia di abuso alcolico; non fumatore. Marker epatitici negativi.


In
ANMNESI PATOLOGICA REMOTA riferisce:
Asportazione di feocromocitoma nel 2000, con follow-up ambulatoriale negativo;
Rottura tendine di Achille nel 2005.
In
ANAMNESI PATOLOGICA PROSSIMA riferisce:
Ø Luglio 2016: ricovero in Medicina Interna di altro ospedale per febbre, diarrea ed edemi
declivi. Dimesso con diagnosi di
“cirrosi epatica ad eziologia sconosciuta; gastropatia
ipertensiva”.
o Agli esami ematochimici: GB 13.200/mcl, Hb 11.9 mg/dl, PLT 55.000/mcl, albumina
2.0 g/dl, bilirubina nella norma, marker epatitici negativi.
o All’ecografia dell’addome evidenza di architettura epatica disomogenea con
splenomegalia;
o All’ecocardiogramma lieve insufficienza tricuspidale, FE 70%.
o All’EGSD evidenza di ectasie venose esofagee senza varici, severa gastropatia
ipertensiva portale, bulbo iperemico.
o Eseguita paracentesi, con drenaggio di circa 10 litri di liquido ascitico; esami
chimico/fisico, colturale e citologico nei limiti di norma.
Ø Ottobre 2016: ricovero in Medicina Interna di altro ospedale, dimesso con diagnosi di
“cirrosi scompensata (edemi e ascite)”

 

Continua a leggere il caso clinico Storia di un’ascite (Mastocitosi sistemica)