STUDIO INTENTO

FADOI.03.2018

 

Accesso alla CRF: https://centrostudifadoi.org/intento-fadoi-03-2018/

 

La dinamicità dell’ambiente ospedaliero odierno richiede che gli operatori sanitari elaborino nuove strategie per fornire ai pazienti un’assistenza di alta qualità, basata sull’evidenza, sulle esigenze dei pazienti, sulla loro soddisfazione e che sia tempo-costo efficiente. La letteratura suggerisce che la strategia vincente per garantire una migliore assistenza infermieristica è quella di cambiare la tipologia di approccio verso i pazienti da reattivo a pro-attivo. Il metodo pro-attivo, che in letteratura ha avuto un impatto positivo, è chiamato Intentional Rounding.

 

Lo studio INTENTO ha come obiettivo principale quello di analizzare gli effetti dell’applicazione di un nuovo metodo di assistenza, ovvero di valutare l’impatto dell’implementazione dell’Intentional Rounding nella pratica assistenziale nei reparti di Medicina Interna.

 

Si tratta di uno studio randomizzato a cluster, multicentrico che prevede la partecipazione di circa 20 Reparti di Medicina Interna distribuiti sul territorio nazionale, che dovrebbero complessivamente arruolare circa 485 pazienti (2425 giornate di osservazione) per gruppo, considerando un tempo medio di esposizione in entrambi i gruppi di 5 giorni.

 

Lo studio sarà strutturato nel seguente modo:

  • nella fase 1 (IMPLEMENTAZIONE IR), della durata complessiva di circa 1 mese (Settembre/Ottobre 2019) i centri randomizzati all’implementazione dell’Intentional Rounding saranno sottoposti all’intervento formativo;

 

  • nella fase 2 (RACCOLTA DATI), della durata complessiva di circa 2 mesi (a partire da Ottobre/Novembre 2019) per ogni paziente arruolato consecutivamente verranno raccolti dati relativi a: incidenza di cadute e piaghe da decubito, numero e motivazione delle chiamate al campanello, soddisfazione del paziente. La raccolta dati verrà eseguita ogni martedì e giovedì per le variabili: campanelli, lesioni da decubito e cadute; alla dimissione verranno raccolti i dati sulle cadute e sulle lesioni da decubito che non è stato possibile raccogliere in precedenza.

 

Lo studio è un progetto scientifico no-profit, promosso da Fondazione FADOI, fondata dalla omonima Società Scientifica FADOI (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti), in collaborazione con l’Associazione Scientifica ANIMO (Associazione Nazionale Infermieri Medicina Ospedaliera).

 

Procedi alla scheda raccolta dati e accedi ai documenti dello studio