Studio DIMIS

1090

Depressione In Medicina Interna in Sicilia

La depressione ed i disturbi dell’umore possono accompagnare con frequenza non irrilevante le patologie di interesse internistico, ma i dati di prevalenza in pazienti non selezionati ed afferenti alle Unità Operative di Medicina Interna sono piuttosto carenti.
Alcuni studi presentati negli ultimi anni hanno suggerito che la presenza di disturbi depressivi possa peggiorare l’outcome di pazienti affetti da patologie organiche come quelle cardiovascolari maggiori o lo scompenso cardiaco.
Ancorché da considerare come preliminari, tali dati richiamano comunque l’opportunità di una maggiore attenzione degli specialisti non-psichiatri, e fra di essi dell’Internista, verso i disturbi dell’umore, che appaiono sostanzialmente sotto diagnosticati e sottotrattati.

Obiettivo dello studio DIMIS, condotto in 26 Unità Operative di Medicina Interna della Sicilia, sotto il coordinamento di Salvatore La Carrubba, era quello di documentare la prevalenza di depressione, individuata mediante l’applicazione sistematica di una apposita scala di valutazione, in una popolazione di pazienti consecutivi ricoverati in Medicina Interna.
Lo studio ha permesso di registrare e valutare circa 2000 casi, che sono stati altresì considerati per un follow-up a medio-lungo termine. I risultati della fase iniziale dello studio DIMIS sono stati proposti a una rivista scientifica per la pubblicazione.

Lo studio è stato pubblicato nella rivista Italian Journal of Medicine.
SCARICA L’ARTICOLO
La Carrubba, Manna, Rinollo, et al. Depressive symptoms and disability in acute patients with comorbidities in departments of internal medicine. Italian Journal of Medicine 2011, 5: 261-268