Addio al professor Neri Serneri, uno dei maestri della medicina clinica

56

Si è spento da qualche giorno a Firenze il Professor Gian Gastone Neri Serneri, che è stato uno dei grandi Maestri, con la M maiuscola, della Medicina Interna Italiana e per molti anni un riferimento assoluto per gli internisti toscani.

Di lui, senza retorica, vogliamo ricordare le lungimiranti ricerche sui legami tra sistema emostatico (coagulazione, piastrine), sistema infiammatorio e cardiopatia ischemica iniziate negli anni ’70. Queste ricerche, all’inizio talvolta osteggiate o tollerate con insofferenza, hanno contribuito a comprendere, prevenire e trattare gli eventi trombotici dell’albero arterioso e risultano ancora oggi attuali. Sotto la sua guida è nata una scuola fiorentina dell’emostasi e trombosi che, grazie anche all’impegno dei suoi collaboratori e discepoli, ancora oggi è fertile di idee e ricerche sperimentali e cliniche.

Nei ricordi di chi ha avuto la fortuna di assistere alle sue lezioni, davvero magistrali, il Professore risultava un insegnate di livello nettamente superiore, sia per la qualità sia per la passione che riusciva a trasmettere. Per la verità, gli studenti temevano molto i suoi esami e le domande fatte in corsia davanti al malato, ma tutti indistintamente ne riconoscevano il valore.

Era uomo colto anche al di fori dell’ambito medico e, quando si era entrati in confidenza, risultava molto stimolante parlare con lui di cultura, politica e sport.

Sperando di essere all’altezza di applicare gli insegnamenti ed i valori che ci ha tramesso, lo salutiamo con un grande abbraccio.

Alberto Fortini, Filippo Pieralli, il Presidente Massimo Alessandri e tutto il Comitato Direttivo FADOI Toscana.