Puglia

16689

DIRETTIVO REGIONALE

Presidente Regionale FADOI: Anna Belfiore
E-mail: belfiore.murri@gmail.com

Vicepresidente: Salvatore Lenti

Past President: Franco Matroianni

Segretario: Claudia Tieri
E-mail: claudia.tieri@libero.it

Direttivo:Mariangela Barletta | Anna Erbi | Claudia Fonnesu | Giovanni Larizza | Stefania Longo | Maria Marica Pipino | Luigi Ria | Olivia Simone | Angela Valiani

Past-President FADOI Puglia: Francesco Ventrella | Cannone Michele | Greco Antonio | Errico Massimo | Lucarelli Giacomo | Marano Riccardo | Ruggiero Domenico

Referente regionale Giovani: Mariella Frualdo

Referente ANÍMO: Giuseppe Centrone

Referente Formazione: Claudia Tieri

Referente Ricerca: Angela Valiani

Referente comunicazione Social: Maria Marica Pipino

Referente rapporti istituzionali: Francesco Ventrella

Referente rapporti con il territorio: Michele Cannone

CALENDARIO EVENTI REGIONALI

Mese corrente

PRESS ROOM REGIONALE

La FADOI Puglia ricorda il dott. Pietro Gatti, attraverso le parole di chi ha avuto l’onore di conoscerlo e lavorare al suo fianco.

Ciao Piero, sono qui a scrivere di te…mai avrei immaginato di affidare i miei pensieri su di te ad un pezzo di carta…ma lo faccio volentieri, per far si che chi non ti conosceva sappia chi sei stato e per ricordare a chi ha avuto l’onore di conoscerti che Medico, Professionista e soprattutto grande Uomo tu fossi.

Sei nato il 10 settembre del 1964 in una piccola cittadina della provincia di Brindisi, Ceglie Messapica, città dalla quale sei partito con Lucia, la tua compagna di vita per oltre 40 anni, per approdare a Bari, dove è iniziata la tua storia.

Dal maggio 1990 hai frequentato, dapprima in qualità di studente interno, poi in qualità di Specialista in Formazione in Oncologia, e successivamente in qualità di ricercatore universitario, il Dipartimento di Scienze Biomediche ed Oncologia Umana – Sezione di Medicina Interna – dell’Università degli Studi di Bari diretto dal Prof. Franco Dammacco.

Ti sei laureato in Medicina e chirurgia nel 1995 c/o l’Università di Bari e il 12 ottobre 1999 hai conseguito la specializzazione in Oncologia, indirizzo Oncologia Medica, c/o la Scuola di Specializzazione in Oncologia dell’Università degli Studi di Bari, sempre diretta dal Prof. Franco Dammacco.

Sin da subito ti sei appassionato all’ecografia, e così dal 1997 al 2010 sei stato socio ordinario della Società Italiana di Ultrasonologia in Medicina e Biologia.

Nel dicembre 1998 hai ottenuto il Diploma Nazionale in Ecografia Clinica della Società Italiana di Ultrasonologia in Medicina e Biologia e successivamente hai ottenuto l’Attestato di Competenza in Ecografia Interventistica, quello di Ecografia Senologica e di Ecografia Color Doppler, rilasciati dalla stessa società.

Dal 1999 al 2012 hai collaborato con l’Istituto di radiologia dell’Ospedale Civile di Vimercate diretto dal Dott. Livraghi, ottenendo il Diploma Regionale del Corso SIUMB di Ecografia Interventistica, specializzandoti nell’esecuzione di tecniche atte al trattamento dei tumori primitivi e secondari del fegato, basate sul principio della Termoablazione a Radio-Frequenza o   con Microonde e, in ultimo, mediante la Elettroporazione Irreversibile attraverso inserzione, sotto guida ecografica, di aghi-elettrodo, nonché di tecniche di diagnostica ecografica con utilizzo di mezzi di contrasto di II generazione.

Dal 1998 sei stato socio della Società Italiana di Medicina Interna di cui sei stato anche consigliere regionale di sezione.

Hai poi continuato la tua formazione accademica c/o l’università di Bari, prima come vincitore dell’assegno di Ricerca inerente al progetto: “Ruolo dell’HCV nelle malattie linfoproliferative. Studio mediante tecniche di micromanipolazione” e poi, dal 2002, come Ricercatore in Medicina Interna dell’Università degli Studi di Bari in regime di convenzione per l’assistenza sanitaria, svolgendo tale attività presso la Sezione di Medicina Interna del Dipartimento di Scienze Biomediche ed Oncologia Umana sino al 30 settembre 2014.

La tua empatia e la tua voglia di conoscenza e di insegnamento hanno fatto di te un maestro per le generazioni future; la tua carriera universitaria è iniziata sin da subito e cosi dall’anno accademico 2002/2003 all’AA 2013-2014 sei  stato docente della scuola di specializzazione in Oncologia dell’Università degli Studi di Bari; dal 2005-2006 sino all’AA 2013/2014 Professore Aggregato in Medicina Interna presso l’Università degli Studi di Bari,  Cattedra di Semeiotica Medica e dal 2003 all’AA 2013-2014 sei stato ininterrottamente docente del dottorato di ricerca in Diagnostica Bio-Molecolare in Medicina Interna e Oncologia.

Sempre pronto ad ascoltare e a promulgare il tuo sapere a tutti, la tua carriera universitaria è stata sin da subito proficua, caratterizzata dalla docenza nei corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia e nei corsi di Laurea di Fisioterapia e Scienze Infermieristiche; docenza che hai svolto con dedizione e abnegazione sino a dicembre 2023

La tua passione per l’ecografia, che hai utilizzato come fosse il tuo fonendoscopio, ha fatto si che nel 2012 insieme ai tuoi amici e colleghi, fosse fondata la Società Italiana di Ecografia in Medicina e Chirurgia (SIEMC), della quale sei stato presidente dal 2012 al 2015.

Poi, dal 01 ottobre 2014, hai deciso di imbatterti in una nuova sfida e così sei diventato Direttore di Struttura Complessa Ospedaliera del PO di Ostuni dove, grazie ad una nuova organizzazione del reparto, hai acquisito nuovi riconoscimenti con l’attivazione, da parte del Dipartimento salute della Regione Puglia, del Centro prescrittore dei farmaci per il trattamento dell’HCV

Nell’Ottobre 2015, con delibera dell’ASL BR, sei stato nominato direttore della scuola di ecografia, sotto il patrocinio della SIEMC e grazie alla produzione scientifica del reparto e alla stessa attività clinica, la Medicina Interna di Ostuni, da te diretta, è entrata, nel 2016, a far parte del Consortium CLIF che raccoglie i migliori centri europei per la cura dei pazienti con cirrosi avanzata.

E poi, sei arrivato a Brindisi, dove dal 16 gennaio 2019, sei diventato il Direttore dell’UOC Medicina Interna e come tale hai partecipato alle numerose iniziative promosse dalla FADOI

Grazie a te, al tuo carisma, alla tua voglia di sfida, di conoscenza e al tuo metterti sempre in gioco, hai riorganizzato l’attività di reparto e ambulatoriale della Medicina di Brindisi, che, con delibera ASL del luglio 2019, è diventata la sede principale della scuola SIEMC di Ecografia, rendendola centro di riferimento per l’ecografia interventistica e centro di riferimento del Consortium CLIF.

I tuoi principali interessi di studio sono stati rappresentati da: Epatopatie ed Epatocarcinomi, Ecografia internistica ed interventistica; Trattamenti integrati dei tumori primitivi e secondari epatici; ti sei occupato dello studio dei rapporti esistenti fra infezione da HCV e Crioglobulinemia e con i Linfomi non Hodgkin; delle malattie immunoproliferative, dei linfomi di Hodgkin e Non-Hodgkin, delle Connettiviti, delle Vasculiti, delle Epatiti Croniche e Cirrosi; delle Malattie Metaboliche  e tanti sono stati i lavori scientifici che hai prodotto a primo nome o come collaboratore.

Hai fatto parte della segreteria scientifica partecipando all’organizzazione di numerosi convegni e sei stato tu stesso organizzatore e direttore di eventi scientifici, partecipando a diversi convegni nazionali ed internazionali su argomenti inerenti le neoplasie primitive e secondarie epatiche, le epatopatie, la diagnostica ecografica e non solo.

Sei stato riferimento per tutta l’ASL di Brindisi, e non solo, offrendo servizi che prima del tuo arrivo, venivano svolti altrove; sei stato il primo nell’ASL di Brindisi che ha introdotto il trattamento locoregionale dell’epatocarcinoma e delle metastasi epatiche, basati sul principio della Termoablazione a Radio-Frequenza o   con Microonde

Sei diventato nel 2020 Direttore del Dipartimento Medico e nello stesso anno, sei stato il riferimento dell’ASL di Brindisi nella gestione del Covid; tu sempre in prima linea prima degli altri; le tue notti insonni per cercare di organizzare e affrontare un “nemico” sconosciuto.

Grazie a te, non ci siamo mai sentiti abbandonati, sempre protetti; con te, che in qualsiasi momento, sapevi dare una risposta ai nostri dubbi, alle nostre paure, alle nostre perplessità; e come giusto e meritato riconoscimento di questa tua Missione il 1° giugno 2023 il presidente della Repubblica Italiana ti ha conferito l’Onoreficenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

Per ultimo il tuo grande entusiasmo per essere stato nominato a far parte del tavolo tecnico dell’Intergruppo parlamentare “Dieta mediterranea: nutrizione, prevenzione & Cultura”; avevi iniziato questa nuova avventura il 20 dicembre; sei tornato entusiasta di questa nuova sfida; avevi tanti progetti in merito, come tanti erano i tuoi progetti per regalare a tutti una sanità migliore; ma…

Nessuno di noi potrà mai dimenticare quel 31 dicembre 2023, quando le nostre orecchie hanno dovuto ascoltare quella terribile notizia che ancora oggi si fa fatica ad accettare.

Tu eri il Medico, il Professore, ma soprattutto per tutti noi eri Piero, l’amico pronto a sacrificare te stesso e la tua famiglia per chiunque ne avesse avuto bisogno; tutti sapevano che bussando alla tua porta avrebbero trovato un sorriso ed una soluzione ai loro problemi.

Eh si, caro Piero, tu sei stato e rimarrai per me e per tanti altri, un esempio di vita; una delle poche persone brillanti, umili, piene d’iniziativa e di carisma che io abbia conosciuto.

Hai lasciato un vuoto enorme in tutti noi, nei tuoi colleghi, nei tuoi pazienti, che ora si sentono persi ed abbandonati, nei tuoi studenti, e soprattutto nella tua famiglia, in Lucia, la tua compagna di vita, che è stata sempre al tuo fianco, in silenzio.

Ora il reparto di Medicina Interna di Brindisi, porta il tuo nome, “Medicina Interna P. Gatti” una scelta fortemente voluta da tutti noi e condivisa dalla direzione strategica con delibera ASL del 09.01.2024, perché non poteva essere diversamente.

Sarebbero tante altre le cose da dire su di te, Dott. Gatti, ma ora, voglio solo dirti GRAZIE, un grazie infinito che credo sarà condiviso da tutti quelli che ti hanno conosciuto, per ciò che sei stato, per ciò che hai fatto e per ciò che continuerai a fare per tutti noi con i tuoi insegnamenti.

Mariangela Barletta

FADOI PUGLIA ricorda il Prof. Riccardo Marano, fondatore della Federazione Nazionale delle Associazioni dei Primari Ospedalieri Internisti (FAPOI) e di ADOIAL e FADOI PUGLIA, spentosi a Bari il 7 febbraio 2024.

Il Prof. Marano nacque ad Andria il 13/1/1934. Si laureò in Medicina e Chirurgia presso l’Universita’ degli Studi di Bari il 5/11/1959. Si specializzo’ in Medicina Interna il 21/12/1965 e conseguì la Libera Docenza in Patologia Speciale Medica e Metodologia Clinica il 18/5/1967. Fu allievo del Prof. Virgilio Chini, fondatore della “Scuola Medica Barese” e della Clinica Medica di Bari, che il Prof. Marano cominciò a frequentare da studente a ottobre del 1958. Negli anni Sessanta frequentò la Clinica come Assistente, prima volontario e poi di ruolo, collaborando strettamente con il Direttore, con l’Aiuto Prof. Lorenzo Bonomo e con il suo Caporeparto Prof.Oronzo Schiraldi. Nel 1971, anno del pensionamento del Prof. Chini, la Direzione della Clinica Medica II fu affidata al Prof. Bonomo e per dieci anni il Prof Marano fu Aiuto Ospedaliero e Caporeparto della Sezione di Medicina Interna Generale. Il 18/3/1981 fu nominato Primario della 1°Divisione di Medicina Generale del Policlinico di Bari che diresse fino al 31/1/2001, anno del pensionamento. Autore di numerose pubblicazioni e relazioni anche a livello nazionale. Primo collaboratore con il Prof Bonomo nella stesura dei capitoli sulle “Malattie Reumatiche e del Connettivo” in Trattati di Medicina Interna. Dalla fine degli anni Settanta Direttore del 1° Progetto Finalizzato di Medicina Preventiva del CNR. Presidente della ANPO Puglia negli anni Ottanta.

Primario “ad interim” dall’ autunno ’95 alla primavera ’96 della Divisione di Medicina Generale di Modugno trasferita in quei mesi per l’attivazione dell’Ospedale S. Paolo di Bari. Fondatore con i Prof.ri Franco Dammacco e Riccardo Giorgino nel 1995 della SIMI Puglia e Vicepresidente del primo consiglio Direttivo. All’inizio degli anni Novanta fu promotore di un gruppo di Primari pugliesi di Medicina Generale con l’obiettivo di tutelare e valorizzare la Medicina Interna e approfondire le nuove tematiche della aziendalizzazione e del sistema SDO- DRG.

Il 14/6/1994 il gruppo costituì l’Associazione dei Primari Ospedalieri Internisti pugliesi APOIA; Presidente il Prof Marano e Vicepresidente il Dott. Vincenzo Quinto. Qualche mese dopo, 1/10/1994, i Presidenti delle Associazioni del Piemonte, Prof. Sandro Fontana, della Campania, Prof. Massimo Cafiero, della Puglia, Prof. Riccardo Marano e della Lombardia, Prof. Giancarlo Secchi costituirono la FAPOI nazionale; primo Presidente il Prof. Fontana, Primario di Biella.

Al Prof. Marano fu affidata la responsabilità dell’Area di Studio Nazionale della Gestione.

A marzo ’95 il Prof. aggrego’ con la collaborazione di Andrea Sacco, Primario di Matera, i colleghi della Lucania costituendo l’APOIAL. Dal ’94 ai primi anni 2000 attivo’ un gruppo di lavoro pugliese di studio, aggiornamento e formazione sulle tematiche gestionali, organizzando Convegni e Corsi di Formazione, producendo numerose pubblicazioni e monografie e tenendo relazioni anche a livello nazionale. Nel 1998 la FAPOI decise di aprire l’associazione ai Dirigenti Internisti e si costituì la FADOI. A ottobre si costituì a Bari l’ADOIAL. A settembre 1999, continuando ad essere Responsabile dell’Area Nazionale della Gestione della FADOI, volle con un gesto nobile e con la certezza di aver creato un gruppo di collaboratori valido lasciare la Presidenza a Vincenzo Quinto. Continuò come Past President ad essere presente e attivissimo nella vita e nelle attività dell’Associazione. Il 15/1/2004 presente alla costituzione con atto notarile di FADOI PUGLIA.

Il Prof. Marano è stato Maestro di Medicina Interna e di Vita. Autorevole per la sua cultura, la professionalità, la dedizione alla cura del malato, il suo spirito di servizio. Sempre aperto al dialogo e al confronto, disponibile ad ascoltare con i suoi modi cordiali e signorili. Nella lunga attività ha sempre creato gruppi di lavoro impegnandosi a far crescere e formare i suoi collaboratori. Così lo ricordano i colleghi che hanno collaborato con lui nella venticinquennale attività associativa e quelli che hanno lavorato con lui in reparto.

Caro Prof., la FADOI PUGLIA ti ricorda e ricorderà sempre con affetto, stima e gratitudine.

Grazie di cuore Professore.!

BACHECA ANNUNCI

Carissimo collega,

 con il nuovo anno è iniziato il mio triennio di presidenza FADOI Puglia.

Intraprendo con grande entusiasmo questo compito non certamente facile, ma sicuramente ricco di opportunità e nuove possibilità. L’eredità che Francesco Ventrella, Franco Mastroianni e tutti i precedenti presidenti mi hanno lasciato è di una società in crescita, che ha ampi riconoscimenti a livello nazionale e che gode di ampia partecipazione da parte dei soci. Sarà mio compito continuare a far crescere la nostra società e a far appassionare ancor più tutti voi alla nostra casa comune.

Ho inaugurato la mia presidenza ricordando che l’elemento distintivo del mio mandato sarà

“partecipazione”. Conto su voi tutti per un triennio in cui ciascuno diventa protagonista attraverso eventi formativi, studi clinici, eventi web, indagini epidemiologiche ed altro, con l’unico obiettivo di migliorare il nostro straordinario lavoro in corsia.

Il direttivo si è già riunito e sono stati pianificati diversi eventi formativi che ci vedranno tutti coinvolti. Voglio solo segnalare i “Lunedì dei casi clinici della FADOI Puglia” che si terranno via web e permetteranno a tutti di presentare il proprio caso clinico complesso. Sono in programma un corso di ecografia internistica, un corso NIV per infermieri, e ovviamente la programmazione del nostro Congresso Regionale che quest’anno si terrà a Bari e sarà ricco di nuove proposte.

Nuove iniziative sono in arrivo dal Direttivo Nazionale e avrete notizia immediata di tutti gli eventi formativi.

Nell’augurarvi una partecipazione sempre più attiva, voglio ricordare che tutti gli eventi saranno possibili solo agli iscritti in regola con la quota sociale.

È tempo di aderire a pieno alla nostra società e di mostrare che vogliamo lavorare per una Medicina sempre più attenta ai bisogni del malato, alla complessità del paziente internistico e alle problematiche del sistema sanitario in continua evoluzione.

Invito tutti, pertanto, a rinnovare l’iscrizione per il nuovo anno e a favorire l’adesione di nuovi soci.

 

Con l’augurio di rivederci presto

Anna Belfiore

Presidente FADOI Puglia

Articolo precedenteSardegna
Articolo successivoPiemonte e Valle d’Aosta