Congresso Regionale FADOI/ANìMO Lazio 2019

    0
    403
    Quando:
    novembre 28, 2019@8:30 am–novembre 30, 2019@2:30 pm
    2019-11-28T08:30:00+01:00
    2019-11-30T14:30:00+01:00
    Dove:
    Sheraton Parco dei Medici Roma Hotel
    Via Salvatore Rebecchini
    39, 00148 Roma RM
    Italia
    Contatto:
    Planning Congressi
    051 300100

    La Ventilazione Non Invasiva (NIV), nata nei reparti di Terapia Intensiva come estremo tentativo per evitare la Ventilazione Meccanica in pazienti con insufficienza respiratoria acuta, ha dimostrato la sua utilità anche al di fuori delle Terapie Intensiva,  nei Dipartimenti di Emergenza e nelle aree critiche dei  reparti di Medicina Interna.  E’ proprio nelle Medicine Interne, infatti, che viene ricoverato  il maggior numero di pazienti con insufficienza respiratoria acuta secondaria a riacutizzazione di BPCO o ad edema polmonare acuto. Naturalmente, l’utilizzo della NIV in reparti non intensivi richiede comunque una adeguata preparazione tecnica dello staff medico ed infermieristico.  Si tratta di una nuova competenza che riteniamo debba essere in possesso di  ogni equipe di internisti ospedalieri. Nel  presente corso, ad impronta eminentemente pratica, verranno illustrate e discusse le indicazioni e le controindicazioni alla NIV, le differenti modalità di ventilazione, le modalità di erogazione, il monitoraggio clinico e strumentale, le modalità di sospensione.

    L’elettrocardiogramma (ECG) rappresenta tuttora il primo approccio strumentale a disposizione del Medico per lo studio del cuore. Negli ultimi anni sono state sviluppate altre e più complesse tecnologie che hanno affinato le capacità diagnostiche, ciononostante l’elettrocardiogramma non ha perso di importanza, ma al contrario, grazie alle correlazioni ottenute con le nuove metodiche, ha migliorato la sua performance e utilità clinica.  Essere in grado di interpretare correttamente un tracciato ECG è fondamentale nella prevenzione, nella diagnosi e nella cura di svariate patologie cardiovascolari nei diversi setting assistenziali.

    OBIETTIVO GENERALE (ECM) Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell’evidence based practice (EBM – EBN – EBP)

    OBIETTIVI SPECIFICI

    Al termine del percorso, il discente sarà in grado di:

    eseguire correttamente un ECG riconoscere un ECG normale e alcune tra le alterazioni ECG più frequenti; interpretare i principali ritmi cardiaci, le aritmie più importanti.

    L’annuale Congresso Regionale FADOI Lazio, giunto alla XVI edizione, rappresenta il più importante momento di incontro e confronto fra i soci.  Oltre allo svolgimento di importanti attività societarie, il Congresso è occasione di aggiornamento sulle principali problematiche cliniche e gestionali affrontate nei reparti di Medicina Interna. Anche quest’anno verrà affrontato il tema delle patologie croniche e di come esse, con la loro progressione,  vadano ad interferire con i progetti di vita del paziente. Data questa premessa, affronteremo il tema della condivisione dei percorsi diagnostico-terapeutici e, di conseguenza, della comunicazione tra medico e paziente.

    La prima giornata del XVI Congresso Regionale FADOI Lazio si aprirà con una lettura magistrale sui possibili sviluppi della Medicina Interna nel prossimo futuro, alla luce delle nuove conoscenze scientifiche, della disponibilità di farmaci sempre più intelligenti, del rapido e continuo progresso tecnologico, ma anche delle complesse esigenze di pazienti che, nel nuovo scenario epidemiologico, saranno sempre più anziani e affetti da poli-patologie croniche.

    Si terrà quindi un Simposio congiunto FADOI -ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri) del Lazio, sulle patologia cardiache di interesse internistico:  i nuovi approcci terapeutici alla fibrillazione atriale, alla cardiopatia ischemica e allo scompenso cardiaco. Una relazione riguarderà l’adeguatezza dei reparti di Medicina di fronte alla massima emergenza: l’arresto cardiaco.

    In una Lettura Magistrale, quindi, il prof. Plinio Rossi, che ha portato in Italia la Radiologia Interventistica, ci parlerà di come tale disciplina, negli ultimi decenni,  abbia profondamente modificato i tradizionali approcci diagnostici e terapeutici  e dei suoi possibili ulteriori sviluppi.

    Verrà poi presentato un caso clinico che offrirà l’occasione per discutere in modo interattivo e multidisciplinare sulla corretta gestione del paziente con diabete neodiagnosticato e sulle strategie di prevenzione e diagnosi precoce delle complicanze vascolari, in particolare a livello cardio-cerebrale.

    La seconda giornata del XVI Congresso Regionale FADOI Lazio si aprirà  con tre letture affidate ad esperti. Nella prima parleremo della stewardship antibiotica nei reparti ospedalieri: un uso razionale degli antibiotici sembra rappresentare la migliore arma per contenere il fenomeno della multi-antibiotico-resistenza. Nella seconda verrà affrontato il fenomeno della polifarmacia: la maggior parte dei pazienti internistici sono affetti da molte comorbidità ed assumono un numero elevato di farmaci, non tutti essenziali;  questo espone il paziente a rischi di interazioni, effetti collaterali del tutto ignoti e, tra i compiti del buon Internista c’è anche quello di semplificare le terapie individuando i farmaci non essenziali e facendo sospendere la loro assunzione. La terza lettura riguarderà la comunicazione medico-paziente nei reparti di Medicina: una comunicazione efficace è infatti lo strumento indispensabile per conoscere il paziente, individuare i suoi obbiettivi e costruire con lui un percorso condiviso.

    Il simposio successivo, organizzato con la collaborazione di FADOI Abruzzo ed Umbria,  sarà dedicato alle malattie polmonari di interesse internistico: si parlerà di ipertensione polmonare, dei vantaggi e dei rischi dell’uso della ventilazione non invasiva (NIV) nei reparti di Medicina, dell’approccio alla patologie dell’interstizio polmonare e delle nuove strategie di trattamento della BPCO.

    Il pomeriggio inizierà con una Lettura Magistrale sugli studi di cardiologia di Leonardo da Vinci. La lettura introdurrà il successivo simposio sull’endocardite batterica: una malattia di difficile diagnosi, la cui gestione richiede competenze specifiche e il cui prolungato trattamento si scontra con le esigenze di rapida dimissione che hanno gli ospedali per pazienti acuti .

    La giornata si chiuderà con un caso clinico che consentirà di discutere il percorso evolutivo della steatosi epatiche e della epatite steatosica fino all’insufficienza funzionale e alle valutazioni per il trapianto di fegato.

    La terza giornata del XVI Congresso Regionale FADOI Lazio si aprirà con l’Edicola delle Aree di Studio, una esposizione delle attività dei diversi gruppi di studio FADOI Lazio. In particolare, verranno divulgati i risultati  di un’indagine (“Un Giorno in Medicina”) svolta dalla nostra associazione sull’organizzazione delle U.O.C. di Medicina della regione.

    Seguirà un simposio dedicato alle terapie mirate di alcune patologie sistemiche: la crioglobulinemia mista, l’artrite reumatoide, la mucopolisaccaridosi dell’adulto.

    Nella successiva Lettura Magistrale torneremo a parlare del rapporto medico paziente e di come esso si sia evoluto nel tempo, fino a diventare oggi il più potente  strumento decisionale.

    Nell’ultimo simposio si affronterà il problema del conflitto di interessi in Medicina. Verrà illustrato un documento prodotto della nostra Società Scientifica e verrà presentata una proposta di legge sul tema, attualmente in discussione in Parlamento. Seguirà quindi una ampia discussione sul tema.

    Scarica il programma del congresso