FADOI Piemonte e Valle D’Aosta | Congresso Regionale 2020

    147
    Nov
    11
    FADOI Piemonte e Valle D'Aosta | Congresso Regionale 2020

    Il Congresso, come tutti gli eventi, risente nella sua strutturazione degli effetti della pandemia da COVID-19. In questa edizione si sono accorpati l’ impegno delle Giovani  e dei Giovani Internisti nonché quanto fatto dalle Infermiere e dagli Infermieri, improntando il tutto al consueto confronto con l’ intera comunità della Medicina Interna regionale. 

    Tutti sono stati impegnati nella gestione dei Reparti COVID-19 e pertanto diventava imprescindibile una riflessione globale sugli avvenimenti che abbiamo affrontato. Si sono, così, affidate alle nostre ed ai nostri Giovani quattro direttrici di approfondimento clinico-gestionale, a fronte di quanto abbiamo vissuto in questo drammatico periodo, da realizzare come FAD asincrona.

    Argomento di particolare interesse diventa la focalizzazione sulle relazioni, la genesi e la gestione della patologia tromboembolica venosa in questo contesto. A questo si affianca la necessità di puntualizzare la condizione di insufficienza respiratoria e quanto questa sia correlabile, in termini di gravità od estrinsecazione, a patologia respiratoria pre-esistente e discutere delle scelte terapeutiche. Analogamente si procede per il capitolo della patologia cardiovascolare, tanto sul versante della cardiopatia ischemica quanto su quello dello scompenso cardiaco. Essenziale, poi, la riflessione di come si sono affrontati quadri clinici apparentemente suggestivi, ma non escludibili per patologie di altro genere e pertanto la definizione di un percorso di diagnostica differenziale.

    Con coerenza con quanto discusso anche negli altri Congressi, abbiamo dedicato uno spazio, webinar live, a letture magistrali su tematiche calde della clinica, che potranno fungere quale  completamento o trascinamento alle quattro tematiche svolte. Queste letture verteranno su questioni controverse vuoi per la diagnostica vuoi per la terapia e la gestione, considerando quanto va dalla gestione dei pazienti lungo-sopravviventi, allo scompenso cardiaco visto sotto la luce sia delle opzioni terapeutiche date dalle recenti Linee Guida quanto dell’ uso dei biomarcatori, all' impiego degli antiPCSK9 alla luce delle rilevanti indicazioni delle nuove Linee Guida ESC/EAS 2019, alle infezioni difficili in Medicina Interna con puntualizzazione circa l’ uso dei nuovi antibiotici, alle considerazioni sull’ uso dei broncodilatatori e il loro miglior utilizzo, il ruolo della condizione anemica e ferro carenziale nelle patologie internistiche e una focalizzazione sulla gestione infermieristica in corso di Covid-19, fornendo un asset di comportamenti pragmatici, sostenuti dal rigore scientifico riportato in letteratura e validato dalla Comunità Scientifica. Tutti gli argomenti saranno trattati alla luce degli ultimi trial e linee guida con stretto rapporto anche ai problemi gestionali. Infine, l’ indirizzo costante dei lavori, sotto la regia dei Discussant, dei Moderatori e dei Relatori, manterrà alta l’ attenzione alla precipua condizione del Medico di Medicina Interna come costante sottolineatore del necessario ancoraggio delle scelte tecniche alla proporzionalità di cura e costante focalizzazione globale dei confini in chiave bioetica.

    VISUALIZZA IL PROGRAMMA E LA MODALITÀ D'ISCRIZIONE

    ACCEDI AL CONGRESSO

    Date and Time
    Novembre 11, 2020@2:30 pm–Maggio 11, 2021@12:00 am
    Location
    FAD ASINCRONA + WEBINAR LIVE
    Categories



    Il Congresso, come tutti gli eventi, risente nella sua strutturazione degli effetti della pandemia da COVID-19. In questa edizione si sono accorpati l’ impegno delle Giovani  e dei Giovani Internisti nonché quanto fatto dalle Infermiere e dagli Infermieri, improntando il tutto al consueto confronto con l’ intera comunità della Medicina Interna regionale. 

    Tutti sono stati impegnati nella gestione dei Reparti COVID-19 e pertanto diventava imprescindibile una riflessione globale sugli avvenimenti che abbiamo affrontato. Si sono, così, affidate alle nostre ed ai nostri Giovani quattro direttrici di approfondimento clinico-gestionale, a fronte di quanto abbiamo vissuto in questo drammatico periodo, da realizzare come FAD asincrona.

    Argomento di particolare interesse diventa la focalizzazione sulle relazioni, la genesi e la gestione della patologia tromboembolica venosa in questo contesto. A questo si affianca la necessità di puntualizzare la condizione di insufficienza respiratoria e quanto questa sia correlabile, in termini di gravità od estrinsecazione, a patologia respiratoria pre-esistente e discutere delle scelte terapeutiche. Analogamente si procede per il capitolo della patologia cardiovascolare, tanto sul versante della cardiopatia ischemica quanto su quello dello scompenso cardiaco. Essenziale, poi, la riflessione di come si sono affrontati quadri clinici apparentemente suggestivi, ma non escludibili per patologie di altro genere e pertanto la definizione di un percorso di diagnostica differenziale.

    Con coerenza con quanto discusso anche negli altri Congressi, abbiamo dedicato uno spazio, webinar live, a letture magistrali su tematiche calde della clinica, che potranno fungere quale  completamento o trascinamento alle quattro tematiche svolte. Queste letture verteranno su questioni controverse vuoi per la diagnostica vuoi per la terapia e la gestione, considerando quanto va dalla gestione dei pazienti lungo-sopravviventi, allo scompenso cardiaco visto sotto la luce sia delle opzioni terapeutiche date dalle recenti Linee Guida quanto dell’ uso dei biomarcatori, all’ impiego degli antiPCSK9 alla luce delle rilevanti indicazioni delle nuove Linee Guida ESC/EAS 2019, alle infezioni difficili in Medicina Interna con puntualizzazione circa l’ uso dei nuovi antibiotici, alle considerazioni sull’ uso dei broncodilatatori e il loro miglior utilizzo, il ruolo della condizione anemica e ferro carenziale nelle patologie internistiche e una focalizzazione sulla gestione infermieristica in corso di Covid-19, fornendo un asset di comportamenti pragmatici, sostenuti dal rigore scientifico riportato in letteratura e validato dalla Comunità Scientifica. Tutti gli argomenti saranno trattati alla luce degli ultimi trial e linee guida con stretto rapporto anche ai problemi gestionali. Infine, l’ indirizzo costante dei lavori, sotto la regia dei Discussant, dei Moderatori e dei Relatori, manterrà alta l’ attenzione alla precipua condizione del Medico di Medicina Interna come costante sottolineatore del necessario ancoraggio delle scelte tecniche alla proporzionalità di cura e costante focalizzazione globale dei confini in chiave bioetica.

    VISUALIZZA IL PROGRAMMA E LA MODALITÀ D’ISCRIZIONE

    ACCEDI AL CONGRESSO