Aggiorn@Fadoi Numero 166 | 15 Luglio 2022

1293

Care Amiche e cari Amici della FADOI e dell’ANÌMO,

non vorrei, in questa torrida estate, ma pur sempre estate, avere un tono catastrofistico, ma, certo, i tempi non ci aiutano: la guerra in Ucraina, la drammatica crisi energetica, associata a quella alimentare, la terribile siccità, l’inflazione galoppante (ma mai quanto la reale perdita del potere di acquisto da parte delle famiglie) e ora la crisi di governo con le dimissioni della nostra migliore risorsa governativa e pragmaticamente gestionale.

A tutto ciò si aggiunge l’impazzare delle varianti del Coronavirus con la loro incredibile contagiosità. Purtroppo, questo si sta dimostrando un virus completamente imprevedibile, che sta spiazzando tutti: virologi, infettivologi, epidemiologi e che sta creando serissimi problemi in una gestione ospedaliera già in crisi per le carenze del personale e per la fuga dei medici dai Pronto Soccorso.

Proprio nel Quotidiano Sanità di oggi il nostro Presidente Manfellotto, in una lettera al Direttore, ha sottolineato come ad ogni nuova ondata di COVID ci si trovi di fronte sempre alle stesse difficoltà. Ha, inoltre, ribadito come “sia fondamentale oggi e per il futuro creare degli ospedali che si possano modificare a fisarmonica a seconda delle necessità, con trasformazione dell’Unità operativa da spazio fisico a unità funzionale,” ricordando come si sia stati noi Internisti ospedalieri a lanciare “la proposta delle “bolle” di isolamento. 

Su questo tema la Federazione dei Medici Internisti (FADOI) ha elaborato vari progetti in molte sedi istituzionali.”

FADOI, quindi, sempre in prima linea, e passiamo ora alla presentazione.

L’Encefalopatia Epatica Manifesta (OHE) è un fattore di rischio indipendente per infezioni de novo nei pazienti cirrotici con scompenso acuto. L’encefalopatia epatica è frequentemente indotta da un’infezione, ma non è chiaro quale sia la sua responsabilità nell’insorgenza di infezioni “de novo”. Lo studio, quindi, che ci presentano Sergio Di Fraia e Luca Fontanella si propone di verificare la possibilità che l’OHE predisponga al verificarsi di infezioni de novo durante il periodo di ospedalizzazione e all’eventuale mortalità a breve termine.

Tasso di rilevamento dell’adenoma e prevenzione del cancro colorettale mediante colonscopia. Negli ultimi 2 decenni la colonscopia ha svolto un ruolo fondamentale nel calo dell’incidenza di cancro del colon-retto in soggetti di età superiore ai 50 anni. Tuttavia, spesso ai medici sfugge che l’esame è altamente dipendente dall’operatore e che i colonscopisti meno abili non individuano fino al 90% delle lesioni precancerose. In questo numero di JAMA, eseguito su un’ampia casistica, si rileva proprio questo: i colonscopisti meno abili diagnosticano come normali più della metà dei pazienti con lesioni precancerose. E questi pazienti hanno ovviamente rischi molto maggiori di andare incontro al cancro.

Tassi di complicanze della tiroidectomia totale vs emitiroidectomia per il trattamento del microcarcinoma papillare della tiroide. Come è noto, il carcinoma papillare della tiroide è a malignità molto bassa, tanto che da vari anni ormai si sta affermando la linea di pensiero di non effettuare la tiroidectomia totale (TT) ma solo un’emitiroidectomia (HT). Ma entrambe le metodiche hanno vantaggi e svantaggi. In questa revisione sistematica e metanalisi di 17 studi, tra cui 1.416 pazienti sottoposti a HT e 2.411 pazienti sottoposti a TT, gli autori analizzano i pro e i contro delle due metodiche, cercando di selezionare i criteri che possano indicare l’una o l’altra.

Diagnosi e trattamento del congelamento. Abbiamo pensato di sintetizzarvi questa review pubblicata sul NEJM per il suo notevole impatto pratico: nel corso della storia, il congelamento ha minacciato le persone che cercavano di abitare o esplorare ambienti sotto lo zero. La prevenzione del congelamento è una componente importante negli eserciti e nelle esplorazioni della natura in condizioni estreme, ma negli ultimi anni, la maggior parte dei congelamenti si sono verificati in contesti urbani, dove svantaggio sociale, disabilità fisica, mancanza di abitazione, disturbi da uso di sostanze e malattie psichiatriche sono le cause principali dell’esposizione al freddo che giunge a minacciare la vita.

Rischio di anafilassi per le varie formulazioni di ferro EV. È un evento piuttosto raro ma non rarissimo, e gli Annals gli hanno dedicato una pubblicazione. Visto che nel nostro esercizio ospedaliero usiamo piuttosto spesso il ferro EV, abbiamo ritenuto utile questa segnalazione.

L’aggiunta della deprivazione androgena e della radioterapia linfonodale pelvica alla radioterapia di salvataggio del letto prostatico migliora la prognosi del cancro della prostata operato con ripresa del PSA? La radioterapia di salvataggio post-prostatectomia in pazienti con un livello rilevabile di PSA è un’opzione curativa per la recidiva di cancro della prostata ricorrente; però, il fallimento biochimico si verifica in oltre il 50% dei casi, fatto che di solito porta alla necessità di un trattamento sistemico per tutta la vita. Per uomini con cancro alla prostata ad alto rischio, la deprivazione di androgeni combinata con la radioterapia ha migliorato significativamente i risultati a lungo termine. Questo studio però ci propone di aggiungere la radioterapia linfonodale pelvica: è un argomento molto specialistico, ma è anche bene che noi internisti, che spesso abbiamo a che fare con questi pazienti, non ne siamo estranei.

Una combinazione fissa di albuterolo-budesonide nella terapia inalatoria di salvataggio nell’asma. Tipicamente per le crisi asmatiche si impiegano i puff di beta2 stimolanti a breve durata di azione (SABA), ampiamente diffusi in tutto il mondo, questi, però, possono creare dipendenza e in ogni caso non curano l’infiammazione sottostante. La FDA ha quindi approvato l’uso di budesonide e un beta2 stimolante a rapida azione, il formoterolo, come terapia di salvataggio a dose fissa   e tramite inalazioni. Lo studio che vi presentiamo (MANDALA) ha associato albuterolo (salbutamolo) con budosenide vs albuterolo allo scopo di vedere l’effetto sulle riacutizzazioni, rispetto all’albuterolo da solo.

MEDICINA DI GENERE

Tiziana Ciarambino e Ornella Cazzato ci propongono questa revisione sulleDifferenze di genere e di sesso nel cancro del polmone e nella BPCO”. Il cancro del polmone rappresenta la prima causa di morte per cancro negli USA negli ultimi dieci anni, sia per gli uomini sia per le donne, mentre la BPCO costituisce la prima causa di morte nelle donne fumatrici e la seconda negli uomini fumatori, dopo la cardiopatia ischemica. Nonostante che pure nelle donne l’incremento di queste malattie sia correlato con l’aumento dell’abitudine al fumo, in realtà ci sono delle differenze rispetto agli uomini che è importante conoscere al fine di migliorare lo screening ed il trattamento.

 SPAZIO GIOVANI FADOI

Vitamina D, Calcio nella dieta e rapporti coi singoli componenti della sindrome metabolica. La vit D e il calcio, da quanto risulta da alcuni studi, sono inversamente correlati ai singoli componenti della s. metabolica, ma i dati non sono chiari. Silvia Travaglini e Sara Rotunno ci presentano questo lavoro che ha cercato di fare chiarezza sul rapporto tra vit D, calcio e singoli componenti della sindrome metabolica.

 L’ANGOLO ANÍMO

La realtà virtuale è adatta per la formazione sull’igiene delle mani negli operatori sanitari? Valutazione di un’applicazione per accettabilità ed efficacia. Allo scopo di un’efficace prevenzione delle trasmissioni nosocomiali la formazione continua e la motivazione degli operatori sanitari sono essenziali per mantenere e aumentare il rispetto di elevati tassi di igiene delle mani. L’uso della Realtà Virtuale sembra essere un approccio contemporaneo e interessante per la formazione sull’igiene delle mani nel personale sanitario. Questo studio, propostoci da Ignazia Lo Burgio e Letizia Tesei, affronta proprio questo tema.

 L’ANGOLO DELLE LINEE GUIDA

  • Screening acuità visiva ridotta negli anziani. US Preventive Services Task Force. 2022
  • Confronto delle linee guida della società per la gestione e sorveglianza delle cisti pancreatiche. Aziz e coll. JAMA Surg. doi: 10.1001/jamasurg.2022.2232
  • Glaucoma ad angolo aperto. US Preventive Services Task Force Recommendation Statement 2022

 

Fatto care Amiche e Amici, questo è quanto e spero che serva a “rinfrescarvi” almeno la mente in questo caldissimo luglio.

Andrea Fontanella
Presidente Fondazione FADOI

Articolo precedenteAccordo FADOI e IRCCS Galeazzi per la promozione della ricerca medico-scientifica
Articolo successivoFadoi-Animo: “Crisi rischia di essere tragedia per la sanità”